Visitare Castellammare del Golfo

Castellammare del Golfo è una rinomata località turistica, che si affaccia sull’omonimo golfo. Il paesaggio naturale che si estende tutt’intorno è tra i più belli della Sicilia, in quanto è caratterizzato dall’alternanza di coste selvatiche con dolci insenature ed il mare cristallino si espanse attraverso gli scogli, le grotte marine e le cale, come Cala Bianca e Cala Rossa.
La storia di Castellammare del Golfo è fortemente legata a quella di Segesta; entrambe le cittadine vengono conquistate dagli Arabi, dai Saraceni ed, infine, dai Normanni. Attrazione fondamentale per tali popolazioni guerriere è la favorevole posizione geografica, che ha provocato la realizzazione del castello, divenuto con i Saraceni una vera e propria roccaforte.
Il Castello, infatti, nasce nel quattordicesimo secolo su di una roccia, circondato per tre lati dal mare, mentre un ponte levatoio era il suo unico collegamento con la terraferma. Successivamente, il ponte levatoio viene sostituito da una vera e propria stradina in muratura.
Testimonianze dell’evoluzione storica di Castellammare del Golfo sono anche le numerose chiese, che abbelliscono il paese. Una di queste è la Chiesa del Purgatorio, risalente alla fine del 1300, e che custodisce al suo interno pregevoli opere pittoriche del seicento e del settecento.
La Chiesa Madre, invece, è datata nel 1726; l’interno è composto da tre ordini di navate, che fanno bella mostra di importanti opere d'arte, quali gli affreschi del 1700, presenti nella volta e sulle pareti del coro, un’acquasantiera di fine marmo rosso con fonte battesimale e la statua maiolicata rappresentante la Madonna del Soccorso, della seconda metà del cinquecento.
La Chiesa Madonna delle Grazie è degli inizi del 1600; la sua importanza è legata soprattutto ad un dipinto del diciottesimo secolo, che raffigura la Madonna col Bambino.
La Chiesa Madonna del Rosario pare che sia stata realizzata dai Normanni, subito dopo la conquista del paese, nel 1093. La chiesa presenta un portale finemente decorato da un bassorilievo della Madonna col Bambino con i Santi ed il Crocifisso, attribuita al Gagini.
Nella Chiesa di Sant’Antonio di Padova si segnala un pregevole organo del 1902. Nei pressi di Castellammare del Golfo da non perdere sono le Terme Segestane e la spiaggia di Scopello, dove si ergono in tutta la loro suggestiva bellezza i faraglioni ed il complesso della tonnara, dove sono esposti reperti archeologici, che documentano l’evoluzione dell’attività marittime.

Castellammare del Golfo sigla provincia TP, regione Sicilia.




Partecipa anche tu alla guida: SCRIVI UNA RECENSIONE sulla località
Invia le tue foto