Visitare Cogne

Posta allo sbocco della Valnontey, davanti ai ghiacciai del Gran Paradiso, Cogne, come vuole la leggenda, fu fondata da S. Orso, che qui avrebbe convertito al cristianesimo i pastori della valle. Situata a 1534 metri di altitudine, racchiusa fra le più alte montagne d'Europa, il Gran Paradiso (4061m.), il Bec Costazza(3092m.) e la Punta Rossa(3041m.), la valle di Cogne è, per circa metà inclusa nel Parco del Gran Paradiso, qui camosci e stambecchi vivono liberi e le diverse specie di flora alpina riescono a moltiplicare le numerose varietà.
Il paese ha origini antiche, durante il Medioevo era difeso da un castello, edificato nell' XI secolo, mentre la chiesa di S. Orso, che oggi ha perso il suo aspetto originario, fu fondata nel 1202. Gli edifici che risalgono ai secoli della giurisdizione dei Vescovi di Aosta, mantengono inalterato l'originario aspetto che valorizza l'accostamento tra la pietra scura e il colore caldo del legno. In origine Cogne era un paese di minatori, oggi invece è un importante centro tristico: d’inverno, la valle offre numerose piste da sci di fondo e la possibilità di gite scialpinistiche, possiede circa 80 Km. di piste che si snodano tra la prateria di San Orso e i boschi di betulle e conifere. Si svogle a Cogne la Marcia del Gran Paradiso, una gara internazionale di sci di fondo che si svolge nel periodo invernale.
In estate, si possono fare lunghe passeggiate, verso ovest dove si scorge il Monte Bianco, verso sud dove dalla Valnontey si arriva ai ghiacciai del Gran Paradiso, oppure si può raggiungere la vetta del Bec Costazza e la Punta Rossa a sud del Monte Emilius.
Un'altra passeggiata è quella che porta alle bellissime cascate di Lillaz, dalle quali si ammira un bellissimo panorama.
Da visitare sono il Museo Giardino Alpino Paradisia istituito nel 1955 a 1700 metri di altitudine, ospita circa 1000 specie botanice diverse, provenienti in prevalenza dalle Alpi e dagli Appennini, ma anche da altri gruppi montuosi europei, asiatici ed americani e il Museo Minerario Alpino, aperto da maggio a settembre, le cui sale raccontano la storia di Cogne, la storia della miniera, del complesso sistema di trasporto del minerale di ferro dalle acciaierie agli stabilimenti elettrosiderurgici di Aosta.
Cogne vanta anche una serie di tradizioni rimaste inalterate nel tempo come la produzione di merletti al tombolo (dentelles) e la scultura in legno.

Cogne sigla provincia AO, regione Valle d'Aosta.




Partecipa anche tu alla guida: SCRIVI UNA RECENSIONE sulla località
Invia le tue foto