Visitare Cortona

Cortona è una cittadina che si trova su un'altura che domina il lago Trasimeno. Di origini etrusche passò sotto il controllo dei romani.
Sui resti di un'antica pieve romanica, su progetto di Antonio da Sangallo, venne costruito il duomo.
Di fronte, nell'ex chiesa del Gesù, si trova il museo diocesano che conserva opere importanti di Beato Angelico.
Dalla strada che parte da porta Colonia si arriva alla chiesa di Santa Maria Nuova. Più avanti si giunge in piazza Signorelli dove si trova Palazzo Casali nel quale ha sede il Museo dell'accademia etrusca.
In piazza della Repubblica si trovano il Palazzo del Capitano del Popolo in forme cinquecentesche e il Palazzo del Comune del XIII secolo con torre merlata.
In via Maffei si trova la chiesa di San Francesco costruita in forme gotiche nel XIII secolo. All'interno sono conservati un reliquiario bizantino in avorio, la tomba del vescovo Ubertini, il Sant'Antonio del Cigoli, L'Annunciazione di Pietro da Cortona, il Martirio di San Luca del Sagrestani.
Nelle chiesa di San Niccolò vi sono dipinti di Luca Signorelli.
In via Santa Croce è situato il Santuario di Santa Margherita all'interno del quale in un sarcofago in argento realizzato da Pietro da Cortona, si trovano le spoglie della santa ed inoltre il Crocifisso duecentesco che secondo la leggende parlò alla Santa.
Ancora più avanti sorge la Rocca medicea costruita su di una rocca più antica e la chiesa di San Domenico con opere di Beato Angelico.
Poco fuori l'abitato si trova la chiesa della Madonna del Calcinaio costruita si progetto di Giorgio Martini con all'interno l'immagine della Madonna del Calcinato realizzata da Papacello.
Fuori la cittadina di Cortona si trova la Tanella di Pitagora (una tomba etrusca), inoltre il Convento delle Celle fondato da San Francesco nel XIII secolo dove si può visitare la cella del Santo.

» Da vedere
Il Museo Diocesano dove sono esposte pregevoli opere di Beato Angelico tra le quali l'Annunciazione, il Crocifisso di Lorenzetti, La Madonna con il Bambino di Duccio di Buoninsegna, due opere di Luca Signorelli, la Madonna e Santi del Sassetta e numerose altre opere.

Il Museo dell'Accademia Etrusca nel quale si conservano reperti egiziani, etruschi e romani. Nel salone del Biscione si trova un bellissimo lampadario etrusco del V secolo a.C. realizzato in bronzo e dipinti di Bicci di Lorenzo.
Un'intera sala è dedicata al pittore Gino Severini originario di Cortona.

Cortona sigla provincia AR, regione Toscana.




Partecipa anche tu alla guida: SCRIVI UNA RECENSIONE sulla località
Invia le tue foto