Visitare Foligno

La cittadina di Foligno sorge, nel terzo secolo a.C., per opera dei Romani che sfruttano come posizione strategica una zona pianeggiante, posta all’incrocio delle due diramazioni della via Flaminia e il corso del fiume Topino. Nei secoli successivi, in particolare nel periodo medioevale, sulle fondamenta dell’antico centro di “Fulginia”, il borgo ha un grande sviluppo, soprattutto nel suo profilo urbano, arricchendosi di chiese e palazzi neoclassici. Durante le due guerre mondiali, il centro storico subisce ingenti danni, ancora oggi intuibili.
Simbolo della Foligno medievale è il Duomo, datato intorno al 1133. La struttura è stata innalzata in periodi diversi, a partire dal nono secolo. La facciata, che, insieme al portale, è finemente decorata, è in stile romanico, ottenuto in seguito al restauro del 1904, mentre gli interni sono interamente in stile barocco, i cui autori sono stati individuati in Vanvitelli e Piermarini. Sempre all’interno è possibile ammirare affreschi del Corraduccio e del Mannini, una statua in argento di San Feliciano, Patrono della città e la copia della Madonna di Foligno di Raffaello.
Altro capolavoro dell’architettura di Foligno è il Palazzo Trinci, risalente alla fine del quattordicesimo secolo e costruito come abitazione della famiglia Trinci. All’interno si trovano le splendide sale delle Arti liberali e dei Pianeti, la sala degli Imperatori e dei Giganti, ed una cappella, le cui mura sono state affrescate dall’autore Ottaviano Nelli. L’edificio, attualmente, è divenuto una Pinacoteca, che raccoglie numerosi affreschi del 1300, che hanno un notevole valore storico.
La Chiesa di S. Giacomo, situata nell’omonima piazza, è una delle costruzioni sacre più antiche di Foligno, che si contraddistingue per la facciata e il portale ad ogiva.
In Piazza San Domenico, si trova l’ex chiesa di San Domenico, attualmente sede dell’Auditorium nonché la Chiesa di Santa Maria Infraportas che, risalente al dodicesimo secolo circa, conserva la sua struttura originaria, con una facciata semplice, composta da una bifora e da un piccolo portico di quattro colonne. La chiesa è fiancheggiata da un imponente campanile, mentre l’interno è formato da tre ordini di navate, dove è possibile osservare numerose opere d’arte, come ad esempio una statua di legno datata alla fine del 1200 e raffigurante la Madonna col Bambino, oppure, vari affreschi del Mezzastris e di Gisberto.
Nei pressi della Porta dell’Abbadia, si trova la Chiesa di San Salvatore, del 1200. La chiesa nasce come abbazia benedettina, infatti, all’interno sono ancora conservati gli arazzi fiamminghi originali del sedicesimo secolo. La Chiesa della Nunziatella è stata costruita sul finire del Quattrocento, in perfetto stile rinascimentale. All’interno si trova un pregiato tabernacolo, decorato da Lattanzio di Nicolò e due opere pittoriche del Perugino. Anche il Palazzo Comunale è uno degli edifici storici di Foligno. Esso, infatti, risale al 1100, anche se, per i restauri del sedicesimo e diciannovesimo secolo, la facciata ha assunto le attuali forme neoclassiche, la torre del quattrocento ha conservato il suo aspetto originario. Al di fuori di Foligno, sulla strada di Colfiorito, sorge l'Abbazia di Sassovivo. L’edificio risale all'anno Mille e viene costruito dai frati Benedettini. Molto suggestivo è il chiostro romanico che, ideato da Pietro de Maria, si presenta con archi a tutto sesto, retti da colonne binate, alcune lisce ed altre tortili.

Foligno sigla provincia PG, regione Umbria.




Partecipa anche tu alla guida: SCRIVI UNA RECENSIONE sulla località
Invia le tue foto