Visitare Lerici

Incastonata in una tra le più belle insenature della riviera ligure, Lerici sorse in epoca etrusca e fu un importante scalo in epoca romana ,
nel medioevo fu oggetto di contesa tra Genova e Pisa che la occupò nel 1241. Furono proprio i pisani che vi costruirono il castello, ampliato e rinforzato poi dai genovesi. Tra il XVII e il XVIII secolo furono costruite le grandi ville nobiliari e da li, successivamente, Lerici si sviluppò come centro turistico.
Lerici, posta all’estremità orientale del Golfo della Spezia, è definita "La Perla del Golfo" e offre, oltre alla naturale bellezza dei luoghi e ai monumenti storici, un'esclusivo punto turistico.
Bellissimo è soprattutto il panorama con alle spalle colline verdeggiati, ricoperte di oliveti mentre rivolgendo lo sguardo al mare si scorgono le isole che chiudono l’estremità occidentale del Golfo della Spezia: il Tino, il Tinetto e la più grande, la Palmaria, con il suo faro.
Di particolare interesse è il castello genovese considerato uno dei più belli della Liguria. Fu edificato nel secolo XIII-XIV, e' dotato di una torre pentagonale che ospita l'antica cappella di S. Anastasia del 1250. Oggi il castello è sede del Museo Geopaleontologico. Ai piedi del castello, inoltre, si trova un'abitato noto come Borgo Pisano.
Oltre al castello è possibile visitare altri monumenti come la Chiesa di San Rocco, con una bella facciata di periodo barocco e il suo campanile; la chiesa di San Francesco del XII secolo, che conserva la suo interno una serie di opere tra le quali alcuni dipinti di Domenico Fiasella e una “Visitazione” di Giovanni Bernardo Carbone, come anche nell'attiguo oratorio di San Bernardino dove si trova una Madonna con Bambino di Domenico Fiasella. Da vistare è anche la Biblioteca Civica che si trova nella casa appartenuta ad Andrea Doria.
Nei dintorni di Lerici possiamo visitare alcni luoghi caratteristici, come la Punta di Maralunga il cui nome deriva da una nave oneraria romana, la Maralunga, di cui si intravede il relitto nelle acque della Cala. Abbiamo poi Fiascherino, una piccola baia sulle alture della quale vi sono le rovine di Barbazzano, piccolo centro importante nel medioevo per la sua marineria.
San Terenzo è nota per aver ospitato personaggi famosi quali Shelley e Byron, e il drammaturgo Sem Benelli, che a Lerici scrisse “La cena delle beffe”. Da visitare è il castello del secolo XV, ai piedi del quale si raggruppa un piccolo borgo che rappresenta la parte più antica dell'abitato. Il castello fu costruito come baluardo di difesa contro le incursioni dei pirati saraceni, infatti la grotta che si trova nel promontorio sul quale sorge il castello viene chiamata “Tana dei Turchi”.
Ancora oltre c'è Tellaro, un graziosissimo borgo marinaro con le sue caratteristiche case colorate addossate le une alle altre, e la piccola chiesa dedicata a San Giorgio, dotata di un bastione rotondo, che è affacciata direttamente sul mare.

Lerici sigla provincia SP, regione Liguria.




Partecipa anche tu alla guida: SCRIVI UNA RECENSIONE sulla località
Invia le tue foto