Visitare Maruggio

Maruggio sorge in una vallata che si affaccia sul mar Jonio a sud e confina con l’attenuato altopiano delle Murge a nord, detto “soglia messapica”.I Trulli di Maruggio
E’ un paese che vive di agricoltura e turismo, ultimamente in sostanziale via di sviluppo.
Fondato intorno all’anno mille, in seguito alla distruzione dei Casali di Castigno, Olivato e San Nicola ad opera delle incursioni dei Turchi e Saraceni, ha visto la sua rinascita nel XIV secolo quando venne affidata, prima, nelle mani dell’Ordine dei Templari e, dopo, del Sovrano Ordine di Malta.
Il paese venne riorganizzato nel 1473 con l’istituzione dei Capitoli della Bavaglia, che per diversi secoli regolarono le relazioni tra l’Università di Maruggio e il Commendatore. In seguito, nel 1819, si concluse il periodo feudale dando vita al periodo dei comuni.
Grazie ai Commendatori che si sono avvicendati oggi Maruggio può vantare di un ricco patrimonio storico-artistico, ne sono testimonianza la Chiesa Madre con la sua maestosità e il suo stile architettonico la chiesa della Madonna del Verde con i suoi bei affreschi, la chiesa di San Giovanni, i palazzi pubblici e privati come quello del Commendatore, della famiglia Longo, Covelli, Caniglia, Armieri ed altri.
Tra il patrimonio architettonico del paese ricordiamo le dieci cappelle votive sparse in tutto il contado, la Chiesa della Santissima Annunziata, il Convento dei Frati Osservanti con i suoi cicli di affreschi, le numerose masserie e le torri costiere luoghi alle origini di strategia difensiva-militare.
Le campagne intorno a Maruggio testimoniano l’appartenenza del popolo alla vita rurale e ne sono testimonianze i trulli in pietra locale, e casette con caminetto, i casolari coperti di paglia (detti “pajare”), i lunghi muri a secco e le piantagioni di vario genere come ad esempio oliveti secolari, vigneti e ficheti, il tutto circondato da limpidi colori e dal profumo gradevole dei fiori dei muschi e delle macchie.
Il mare di Maruggio con il suo Campomarino ha rappresentato per anni una delle più grande fonti di sopravvivenza primaria, ma oggi, più che mai, rappresenta tappa importante per il turista, per il suo meraviglioso profumo, colore limpido e trasparente e dalla sabbia chiara e granulare.

I testi sono stati gentilmente concessi dalla proloco di Maruggio.

Maruggio sigla provincia TA, regione Puglia.

La località fa parte dell'itinerario --> Il Salento



Partecipa anche tu alla guida: SCRIVI UNA RECENSIONE sulla località
Invia le tue foto