Visitare Mazara del Vallo

Mazara del Vallo è un’interessante cittadina, che sorge sulla foce del fiume Mazaro, rivolta verso un piccolo canale che forma il Mar Robio, costituitosi in seguito ad una variazione del livello del mare.
Il territorio di Mazara del Vallo è il sito dell’antico Emporio di Selinunte. Il paese è oggetto di conquista prima da parte dei Cartaginesi, e del popolo romano, poi. Queste popolazioni sfruttano da subito la favorevole posizione strategica di Mazara del Vallo, che rende, ancora oggi, questo centro uno dei porti principali della penisola italiana. Con il governo degli arabi, a partire dal primo secolo d. C., Mazara del Vallo viene fortificata, divenendo centro di uno dei tre distretti in cui viene suddivisa l’amministrazione della Sicilia. Altra impronta fu lasciata dai Normanni e dagli Aragonesi. Ovviamente lo stile architettonico degli edifici storici di Mazara del Vallo, per la maggior parte di natura religiosa, recano tracce inconfondibili della cultura di queste antiche popolazioni. Difatti, la costruzione della Chiesa di San Nicolò Regale si deve ai Normanni. L’edificio risale alla prima metà del dodicesimo secolo e si presenta con una caratteristica a pianta quadrata a tre absidi. La Cattedrale, invece, anch’essa originariamente di impronta normanna del dodicesimo secolo, è stata oggetto di rilevanti interventi di restauro nel diciassettesimo secolo, assumendo, così, uno stile barocco. Tuttavia, nella facciata spicca il bassorilievo, datato nel 1500 e che rappresenta il conte Ruggero.
Anche la Chiesa di Sant’Ignazio è in perfetto stile barocco, con l’annesso collegio, appartenente all’ordine dei Gesuiti. Il collegio, attualmente, è sede del museo civico, dove sono esposti numerosi reperti archeologici, risalenti al periodo romano ed opere scultoree dell’epoca medioevale.
La Chiesa di Santa Caterina ed il relativo convento, del quattordicesimo secolo, sono stati restaurati nel diciassettesimo secolo; al suo interno, adagiate sul magnifico pavimento in maiolica, sono esposte pregevoli opere, quali la gloria di San Benedetto e di Santa Scolastica e la statua in marmo di Santa Caterina. La chiesa di San Michele è piuttosto piccola, ma riccamente adornata da stucchi e marmi, lavorati alla scuola dell’artista Serpotta. Anche questo edificio, originario dell’epoca normanna, è stato ricostruito in epoca barocca, anche se la facciata ha un’inconfondibile stile rinascimentale.
La Chiesa di Santa Veneranda nasce, invece, proprio nel periodo barocco, presentandosi, da subito, ricca di autentiche opere d’arte, non soltanto negli elementi architettonici che la compongono, quali gli altissimi campanili ed il portale scolpito, ma anche nei capolavori che sono esposti al suo interno.

Mazara del Vallo sigla provincia TP, regione Sicilia.




Partecipa anche tu alla guida: SCRIVI UNA RECENSIONE sulla località
Invia le tue foto