Visitare Modica

La cittadina di Modica si sviluppa intorno alle pendici dei monti Iblei, assicurandosi, così, una favorevole posizione panoramica sulle valli circostanti. Queste zone vengono insediate a partire dall'età del Bronzo, ma la fondazione di Modica si deve alla popolazione dei Siculi, che le attribuiscono il nome di Motyka. Successivamente, con il governo dei Greci e dei Romani, il piccolo centro abitato inizia ad espandersi ed ad acquistare sempre maggiore importanza, anche grazie alla sua favorevole posizione geografica, che le conferisce una possibilità di difese naturali.
Nel nono secolo, passa sotto la dominazione araba, che le cambiano il nome in Mohac. Il suo sviluppo accresce maggiormente nel periodo medioevale, grazie anche all’intensificarsi del commercio agricolo e, con la politica degli Aragonesi, diventa addirittura una Contea.
Unica nota negativa della vita di Modica sono le continue alluvioni ed i due devastanti terremoti del 1613 e del 1693, che distruggono le opere monumentali compiute dalle varie popolazioni che l’hanno abitata. In seguito alle ricostruzioni, la città viene divisa in due parti, la Modica alta e la Modica bassa.
Indubbiamente, Modica è una delle città artistiche più suggestive della Sicilia. Nella parte Bassa di Modica, ci sono numerosi edifici storici risalenti al quindicesimo secolo, anche se presentano diversi interventi di restauro a causa dei danni provocati dai terremoti. Uno di questi è la Chiesa di Santa Maria di Betlemme, che, risalente al tredicesimo secolo, è uno degli edifici più antichi di Modica. La struttura è suddivisa in tre navate, lungo le quali sono esposte notevoli opere d’arte. L’intero edificio si presenta come suprema espressione dell'architettura siciliana, così come sviluppatasi nei secoli che vanno dal periodo normanno a quello rinascimentale.
La Chiesa del Carmine risale al quindicesimo secolo;la chiesa, originariamente, aveva un aspetto molto semplice, composto da una sola navata e da un bellissimo rosone, finemente lavorato. In epoca successiva, e precisamente nel diciottesimo secolo, vi sono stati interventi sulla facciata, che è stata completamente rimaneggiata, assumendo, così, un aspetto non ben definito.
La Chiesa primitiva di San Giorgio era sede di un convento di Carmelitani; successivamente è stata completamente distrutta a seguito dell’invasione araba, per poi essere ricostruita dai Normanni; tuttavia, non è sopravvissuta ai terremoti. Per questo, attualmente, si presenta in stile barocco, anche se reca, inconfondibile, l’impronta della scuola siciliana. Al suo interno, suddiviso in cinque navate, riccamente decorate, è possibile ammirare una pregevole opera pittorica del cinquecento, ed un’interessante meridiana, posta sul pavimento del transetto.
Da non perdere, sempre a Modica Bassa, è la Cattedrale di San Giovanni e numerosi Palazzi storici, quali, il Palazzo De Leva, sede di preziose mostre d'arte ed il Palazzo Polara. Anche quest’ultimo, in perfetto stile barocco, è sede di interessanti esposizioni.

Modica sigla provincia RG, regione Sicilia.




Partecipa anche tu alla guida: SCRIVI UNA RECENSIONE sulla località
Invia le tue foto