Visitare Piedimonte Matese

Piedimonte Matese è il maggior centro del comprensorio del Matese, si trova ai piedi del Monte Cila e del Monte Muto allo sbocco delleInformazioni turistiche su Piedimonte Matese valli di Paterno, del Rivo e del Torano. Il territorio fu abitato fin dall'età del bronzo e del ferro, la cittadina fu fondata dai sanniti arroccata sul Monte Cila e difeso da mura megalitiche. Fu conquistata dai romani nel 326 a.C., passò sotto il dominio longobardo nel IX secolo.
Il centro antico di Piedimonte Matese conserva alcune interessanto tracce del suo passato come i resti di mura megalitiche del Monte Cila risalenti al VII-VI secolo a.C. e alcuni resti del tempio di Apollo situati nella Piedimonte alta.
Da visitare è la Chiesa di San Tommaso d'Aquino o di San Domenico, edificata sui resti di un tempio romano e risistemata nel 1400.  La Chiesa è affiancata da un campanile del 1601 con cuspide maiolicata, la facciata presenta ancora intatto il portale ogivale decorato con un affresco. Il chiostro del convento, dove è situato il Museo Civico, conserva frammenti di bellissimi affreschi.
La più antica chiesa di Piedimonte Matese, risalente al VI secolo, è la chiesa di San Giovanni; la chiesa del Salvatore, invece, Piedimonte Matesefu edificata nel 1654 su progetto di Cosimo Fanzago, conserva al suo interno un'immagine lignea romanica della Madonna della neve, risalente al 1200. Da vedere è la Cappella di San Biagio costruita verso la fine del XIV e gli inizi del XV   secolo, decorata sulle pareti e sulle volte ogivali con affreschi rappresentanti scene del Vecchio e Nuovo Testamento e della vita di San Biagio, risalenti alla metà del XV secolo.
La chiesa dell'Annunziata è un bell'esempio di arte barocca, il suo interno è decorato con stucchi e conserva un affresco  del Calducci rappresentante l'Annunciazione e un coro ligneo della metà del XVIII secolo.
La Basilica di Santa Maria Maggiore venne edificata nel VI secolo, fu completamente ricostruita nel 1772 e al suo posto venne edificata l'attuale chiesa dalle forme classicheggianti. L'inteno è stato decorato con affreschi nel 1934, vi si conservano cinque preziose tavole rinascimentali e un quadro della scuola di Luca Giordano rappresentante Il martirio di San Marcellino.
Da vedere è il Palazzo ducale, fu costruito verso l'anno mille, intorno ad una fortificazione del periodo normanno. Verso il XVIII secolo il palazzo acquistò l'attuale aspetto di dimora aristocratica, i questo periodo vennero rinnovate anche le decorazioni dell'interno. Oggi solo pochi ambienti del palazzo  sono visitabili.
Il Santuario di Santa Maria Occorrevole fu edificato verso il 1436 ed è uno dei luoghi più suggestivi della zona, lungo un viale alberato si raggiunge l'Eremo della Solitudine costruito nel 1678.

Piedimonte Matese sigla provincia CE, regione Campania.




Partecipa anche tu alla guida: SCRIVI UNA RECENSIONE sulla località
Invia le tue foto