Visitare Sassari

Sassari nasce nel nord-ovest della Sardegna. Il suo territorio è molto vasto, in quanto si estende dal tavolato calcareo del golfo dell’Asinara fino alla pianura della Nura ed è caratterizzato dall’alternarsi di bianche spiagge a scogliere frastagliate; inoltre, nella parte più interna, vi è la zona degli stagni dove si riparano specie di uccelli molto rare a rischio di estinzione. Il mare è ovviamente cristallino, in particolare sulla tradizionale spiaggia di Platamona, di Fiumesanto, di Lampianu, di Porto Palmas, di l'Argentiera e di Porto Ferro.
Il nome della città probabilmente è da attribuire ad un certo Jordi de Sassaro, che viene menzionato in un antico registro del 1131, del monastero di San Pietro di Silki, di cui, però, non si sa molto. La città vera e propria nasce nel periodo medioevale, quando gli abitanti dell’antico porto romano, Porto Torres, sono costretti a postarsi nell’entroterra a causa delle invasioni saracene. Sassari indubbiamente diventa da subito una delle città protagoniste delle vicende storiche che si sono susseguite in Sardegna, passando dal governo dei pisani a quello degli aragonesi e degli austriaci, per poi acquistare la propria indipendenza con l’Unità d’Italia.
Nel centro storico di Sassari si eleva il Duomo dedicato a San Nicola di Bari. La chiesa, risalente al tredicesimo secolo, originariamente presentava uno stile romanico che poi viene sostituito da uno stile gotico con la facciata barocca. Altri monumenti storici di Sassari sono il Palazzo Ducale, costruito in pietra calcarea verso la fine del 1700; la Torre di Sant’Antonio, che testimonia la presenza delle mura pisane del tredicesimo secolo; la fontana del Rosello, in stile tardo-rinascimentale, è impreziosita dalle statue delle quattro stagioni e dalla statua di San Gavino a cavallo.
Sebbene la nascita di Sassari è datata nel Medioevo la zona circostante è ricca di elementi che attestano la presenza dell’uomo già in epoca remota.
Sulle spiagge del nord - ovest, ad esempio, sono stati rinvenuti i resti di un insediamento umano dei tempi del neolitico, mentre poco distante da Sassari vi è uno spettacolare monumento megalitico del Monte d'Accoddi, che ricorda l'architettura dei templi della Mesopotamia del terzo millennio a.C.
Da non perdere sono anche le domus de janas, caratteristiche tombe dell’epoca del neolitico e i nuraghi.

Sassari sigla provincia SS, regione Sardegna.




Partecipa anche tu alla guida: SCRIVI UNA RECENSIONE sulla località
Invia le tue foto