Visitare Scala

  • ScalaScala, panorama
  • BorgoCattedrale di Scala
Scala è il borgo più antico della Costiera Amalfitana, ubicato di fronte Ravello, nella splendida cornice della costiera, in posizione elevata, sulle montagne a 400 metri sul mare. Il territorio di Scala può vantare un patrimonio naturalistico molto interessante costituito dalla Riserva Naturale Statale della Valle delle Ferriere, da boschi di castagni e magnifici terrazzamenti coltivati a limoni e pomodorini del piennolo affacciati sul mare. A rendere affascinante il borgo di Scala è la sua pace e la sua quiete che la rendono molto diversa dalle più famose Amalfi, Minori e Ravello, quindi meta preferita dai turisti che preferiscono la tranquillità.
Pare che il borgo di Scala sia stato fondato da alcuni Romani nel IV secolo d.C. dopo essere naufragati in zona durante un viaggio verso Costantinopoli. Fonti storiche accertano Scala come baluardo difensivo fortificato e seguì le sorti della Repubblica marinara di Amalfi.
Nel 1073 venne saccheggiata e incendiata da Roberto il Guiscardo e nelle epoche successive subì numerosi altri saccheggi e incendi.
Il centro storico di Scala si presenta come tipico borgo medievale che si sviluppa in modo frastagliato lungo la montagna, suddiviso in diverse zone, tra cui Scala Centro, Minuta, Pontone, Campidoglio, San Pietro e Santa Caterina, il cui centro è rappresentato dal Duomo di San Lorenzo, patrono della città. Il duomo si presenta in stile romanico, edificato nel XII secolo, ha subito modifiche e rimaneggiata nel XVII e nel XVIII secolo. Conserva ancora il suo originale portale centrale in stile romanico-gotico con stipiti in marmo decorati da tralci e grifoni scolpiti. In facciata, sopra il portale, vi è un’elegante scultura medioevale a bassorilievo che rappresenta la Madonna, S. Pietro e S. Giacomo Apostolo con piccoli stemmi dei Frisara, subito sopra, si possono scorgere tracce di antichi affreschi a testimonianza del fatto che la chiesa un tempo doveva essere riccamente decorata. L’interno è ristrutturato in stile barocco nel 1615, vi si conservano grandi tele del soffitto che raffigurano episodi della vita e del martirio di San Lorenzo dipinte dal Cacciapuoti. Nella parte centrale della chiesa il pavimento, maiolicato dipinto a mano, raffigura un rosone con la scala e il leone, simboli di Scala. Nella cripta, in stile gotico, è custodito il sarcofago in stucco colorato di Marinella Rufolo, voluto dal marito Antonio Coppola, risalente al 1332.
Bellissima è chiesa di Minuta, si ritiene che sia la più antica chiesa di Scala, risale all’XI secolo, dedicata alla Santissima Annunziata. La veduta che si gode dalla piazzetta vicino alla chiesa di Minuta è a dir poco magnifica.

Scala sigla provincia SA, regione Campania.

La località fa parte dell'itinerario --> La Costiera Amalfitana



Partecipa anche tu alla guida: SCRIVI UNA RECENSIONE sulla località
Invia le tue foto