Visitare Siracusa

Siracusa è una delle città più antiche e più importanti della Sicilia. Sorge all’interno di un’ampia baia che forma un porto naturale, che ha fatto la sua fortuna.
La fondazione del centro abitato è datata precisamente al 734 a.C., quando alcuni coloni Corinzi, provenienti dalla vicina Grecia si stabiliscono su quelle coste, che in ogni caso erano già abitate nell’epoca preistorica. Numerosi sono, infatti, i siti archeologici aperti nel territorio.
Siracusa, pertanto, nasce come colonia greca, che presto diventa una delle città più influenti e potenti della Magna Grecia, paragonabile addirittura ad Atene. Vive periodi di grande splendore economico, culturale e politico, ed anche quando passa sotto il dominio della tirannia, riesce a mantanere la propria supremazia sulle altre colonie della Magna Grecia.
Nel terzo secolo a. C. vi si instaura il governo dei Romani, che continuano ad ampliare l’egemonia di Siracusa. La città porta ben visibili le testimonianze della presenza di popolazioni così importanti; ad esempio, in piazza Pancali si può ammirare il tempio di Apollo e parte di un antico santuario, in stile dorico, risalente al sesto secolo a. C.. Inoltre, nella zona del parco archeologico di Neapolis, vi sono il teatro greco, l'anfiteatro romano ed unaltare sacro, di grandi dimensioni, realizzato dal tiranno Gerone, nel terzo secolo a. C., per i pubblici sacrifici. Un altro suggestivo sito archeologico di Siracusa è il Castello Eurialo, sito sull'altopiano dell'Epipoli. Si tratta di piccola roccaforte greca, realizzata da Dionisio il Vecchio, per resistere ai Cartaginesi. Il castello si presenta protetto da fossati e recintato da grandi mura ed imponenti torri.
Unitamente alle bellezze degli edifici lasciati in eredità dagli antichi, a Siracusa è possibile ammirare anche costruzioni relativamente più recenti, ma altrettanto importanti e suggestive.
Una di queste è il Duomo. In realtà, la chiesa è stata edificata sulla fondamenta di un antico tempio dorico del quinto secolo a. C., di cui restano le colonne del peristilio, mentre tutti gli altri reperti sono stati esposti nel Museo archeologico "Paolo Orsi". Il duomo presenta uno stile barocco, anche se più volte rimaneggiato, ed addirittura saccheggiato nel corso dei secoli. La facciata è andata perduta a causa di un violento terremoto, nel 1693. Attualmente si presenta arricchita dalle statue della Vergine del Piliere, di Santa Lucia e dalle statue di San Pietro e San Paolo, poste sulla gradinata. L'interno è suddiviso in tre ordini di navate, dalle quali si aprono alcune cappelle. Tra le opere di maggiore rilievo vi è una con fonte battesimale del tredicesimo secolo, un pala in argento del diciottesimo secolo ed il simulacro, sempre in argento, di Santa Lucia.
Del sedicesimo secolo è il bellissimo Palazzo Mergulese, mentre al diciannovesimo secolo risalgono la fontana di Artemide e la Chiesa di San Francesco all'Immacolata, in piazza Archimede.
Da non perdere è anche la Galleria Regionale, sede di esposizione di varie opere d’arte di notevole valore artistico, come i dipinti cretesi e della scula d’arte veneziana e pregiati arredi sacri. Anche le Chiese di San Benedetto e di San Martino hanno una grande importanza storica ed artistica.

Siracusa sigla provincia SR, regione Sicilia.




Partecipa anche tu alla guida: SCRIVI UNA RECENSIONE sulla località
Invia le tue foto