Visitare Sirmione

Sirmione è stata fin dall'antichità un luogo molto apprezzato per la bellezza del paesaggio.
La penisola conserva molti segni del passaggio dell'uomo nel corso del tempo,la testimonianza più antica che vi possiamo trovare risale al periodo neolitico cioè intorno alla seconda metà VI-V millennio a.C., inoltre dell'età del bronzo abbiamo alcuni resti di insediamenti su palafitte. A partire dal I secolo a.C. risiederono in zona molte ricche famiglie romane tra le quali quella del poeta Catullo.Verso la fine del I secolo a.C. - inizi I secolo d.C. vennero costruite nella zona due grandi ville romane tra le quali quella chiamata Grotte di Catullo. In epoca più tarda venne eretta una muratura a difesa lungo la penisola e all'interno della cinta fortificata si stabilì un nucleo abitativo. Nel periodo longobardo la regina Ansa, moglie del re longobardo Desiderio, fondò a Sirmione un monastero e la chiesa di San Salvatore. Nel XIII secolo venne costruito il castello ad opera forse di Mastino I della Scala, facendo della cittadina uno dei punti del sistema di fortificazione scaligero.
Le grotte di catullo si trovano all'estremità della penisola e si possono raggiungera solo a piedi. E' considerato l'esempio più grandioso di villa romana rinvenuto nel nord Italia e copriva un'area di circa 20.000 metri quadrati. Il nome di Grotte viene attribuito al luogo nel XV secolo quando i primi viaggiatori trovarono queste "caverne" in parte crollate e ricoperte da vegetazione.
Prima di iniziare la visita all'area archeologica si può visitare l'Antiquarium che conserva espone, oltre alla pianta generale della villa, testimonianze fotografiche degli scavi e dei restauri e vari reperti come mosaici pavimentali, oggetti in bronzo e ceramica, frammenti di stucchi e affreschi.
il castello scaligero venne ricostruito sui resti di una fortificazione romana nel XV secolo. Il mastio è alto 47 metri, un tempo vi era allocata una prigione, nel primo cortile invece vi era un giardino.
La chiesa di S. Pietro in Mavina ha origini longobarde, fu edificata intorno al VIII secolo. L'interno si presenta ad una sola navata irregolare, con un'abside maggiore e due laterali più piccoli. Il campanile del IX secolo è in stile romanico ed è alto 17 metri.
Le terme di Sirmione furono inaugurate nel 1900 situate nel centro storico di Sirmione e affacciate direttamente sul lago di Garda. Le acque termali che qui sgorgano hanno particolari caratteristiche chimico-fisiche e terapeutiche vi si possono fare tutti i tipi di cure inalatorie, la fangobalneo terapia, vari tipi di massaggio. Si compongono di cinque siti dove effettuare le cure termali: le Terme Catullo, le Terme Virgilio, il Grand Hotel Terme, l'Hotel Sirmione e l'Hotel Fonte Boiola. La storia delle Terme di Sirmione ha inizio con gli antichi Romani che le frequentavano già nel lontano I secolo a.C.. La riscoperta delle sue proprietà termali risale però a data più il 1889, quando un palombaro veneziano di nome Procopio, attrezzato di scafandro e pompe speciali fatte venire appositamente dall'Inghilterra, si immerse nel lago di Garda, a 20 metri di profondità, nei pressi delle Grotte di Catullo dove affiorava una fonte di acqua calda, la Boiola, che non era mai stata raggiunta prima pur essendo nota già da tre secoli. Procopio riuscì a infiggere nella falda rocciosa una lunga condotta da cui sgorgò un getto di acqua sulfurea.

Sirmione sigla provincia BS, regione Lombardia.

La località fa parte dell'itinerario --> Il Lago di Garda



Partecipa anche tu alla guida: SCRIVI UNA RECENSIONE sulla località
Invia le tue foto