Visitare Arborea

L’attuale territorio di Arborea, sul golfo di Oristano, era originariamente occupato da una zona paludosa e popolata unicamente da insetti e parassiti, al punto tale che le fu attribuito il nome di “Ala Birdis”, cioè ali del diavolo.
La vera e propria cittadina, invece, nacque nel 1928, col nome di Mussolina. Precisamente, il 29 ottobre del 1928, il “Villaggio Mussolini” viene inaugurato dal Re d'Italia Vittorio Emanuele III, accompagnato dal Conte Galeazzo Ciano ed era suddiviso, per esigenze di trasformazione agraria, in corti coloniche, denominate S'ungroni, Alabirdis, Pompongias, Torrevecchia, Linnas, Tanca Marchese e Luri.
Arborea ha la particolarità di conservare lo stile liberty e neogotico dell’epoca in cui fu edificata. Il centro abitato si sviluppa tutt’intorno alla piazza principale, in un primo momento dedicata a Vittorio Emanuele, e successivamente denominata S. Maria Ausiliatrice. Da lì si diramano le principali strade, che hanno la caratteristica di essere individuate non da un nome ma da un numero. Da piazza Santa Maria Ausiliatrice, si elevano i Palazzi delle Poste e del Municipio in stile liberty mentre la Chiesa parrocchiale è impreziosita dallo stile neogotico. Il palazzo comunale accoglie la Collezione di reperti civici di epoca archeologica, che sono stati rinvenuti nel territorio adiacente in seguito alle bonifiche. Particolare importanza riveste un “askòs”, un vaso a busto di fanciulla, datato intorno al secondo secolo a. C., che è l’unico esemplare in tutta la Sardegna. L’assetto urbanistico di Arborea viene completato durante l’epoca fascista, quanto vengono costruiti la Casa del Fascio, l'Idrovora di Sassu, la Casa del Balilla ed il centro Sportivo della “Gioventù Italiana del Littorio”, composto da una pista di atletica, una piscina scoperta, una palestra.

Arborea sigla provincia OR, regione Sardegna.




Partecipa anche tu alla guida: SCRIVI UNA RECENSIONE sulla località
Invia le tue foto