Visitare Bosa

Bosa nasce nei pressi del fiume Temo e del promontorio del Sinis. Data la sua posizione geografica privilegiata, Bosa venne insediata in tempi remoti, prima dai Fenici e poi dai Romani. Il centro storico di Bosa, infatti, sorge lungo il fianco dei rilievi, mentre sulle rive venne da subito edificato un porto fluviale, attorno al quale ruotò la fortuna e la fama di Bosa. Nel corso dell’undicesimo secolo, Bosa divenne un possedimento della famiglia dei Malaspina, che vi eressero un piccolo fortino, conosciuto come il Castello di Serravalle, di cui si possono ammirare parti delle mura di cinta ed alcuni torrioni. Originariamente all’interno del Castello vi era anche la Chiesa di Nostra Signora di Regnos Altos, adornata da una serie di affreschi di pregevole fattura. Il centro storico di Bosa è caratterizzato, inoltre, da vialetti e scalinate che si arrampicano lungo il rilievo. Altri edifici storici di Bosa sono la Chiesa del Carmine, del diciannovesimo secolo, composta da una sola navata, dove è custodita una bussola in stile barocco e la Cattedrale dell’Immacolata, risalente al dodicesimo secolo, ma completamente rimaneggiata nel diciannovesimo secolo. Poco lontano da Bosa è possibile ammirare anche la chiesa di San Pietro, in stile romanico dell’undicesimo secolo, ma con restauri dei secoli successivi. Bosa offre anche belle spiagge della frazione di Bosa Marina, bagnate dal mare limpido della Sardegna.

Bosa sigla provincia OR, regione Sardegna.




Partecipa anche tu alla guida: SCRIVI UNA RECENSIONE sulla località
Invia le tue foto