Visitare Olbia

La città di Olbia sorge su di un profondo golfo; grazie a tale posizione geografica è divenuta il porto più importante della Sardegna.
Sin dal periodo punico e romano, Olbia era al centro di fiorenti traffici commerciali, grazie al suoOlbia - Sardegna porto naturale. Difatti, dall’epoca della sua fondazione, dovuta, probabilmente, al popolo dei Cartaginesi, ai secoli successivi, soprattutto in epoca romana, ha avuto un notevole sviluppo. Nel tardo Medioevo, dopo la caduta dell’impero romano e le continue incursioni vandaliche, Olbia riprende la sua espansione e, con la dominazione di Pisa, si estende notevolmente prendendo il nome di Terranova. Con la conquista da parte degli Spagnoli di Aragona, Olbia affronta un lungo periodo di decadenza fino alla fine del diciannovesimo secolo, per poi ritornare ad essere protagonista di intensi traffici commerciali nonché rinomato centro turistico.
Il suo assetto urbano conserva tuttora le antiche testimonianze delle civiltà che l’hanno abitata. Nelle zone circostanti, infatti, sono custoditi i nuraghi e le tombe dei giganti. Il centro della città, invece, consente di ammirare numerosi edifici risalenti al periodo della dominazione Pisana, tra cui il Palazzo Municipale, la Biblioteca Comunale, ospitata all’interno del Palazzotto Umbertino, dove sono raccolti numerosi reperti della civiltà nuragica.
Sempre all’interno della città, grande interesse storico e culturale rivestono le Mura Puniche, di cui un tratto è conservato in Via Torino, le vestigia puniche, recentemente riportate alla luce e i resti dell'Acquedotto Romano, sito in Via delle Terme.
Altro monumento storico è la Chiesa di San Simplicio, costruita nel periodo che va dal 1100 al 1200. La struttura è in stile romanico, ma presenta anche elementi toscani, precisamente pisani, e lombardi; all’interno è possibile ammirare un’intera raccolta di iscrizioni funerarie, che sono state trasportate dalle necropoli circostanti.
La Chiesa dei Santi Pietro e Paolo è finemente decorata con conci di granito a vista e da una cupola maiolicata, risalente, però, al periodo del dopoguerra.
Olbia, dunque, offre piacevoli passeggiate, da non perdere è anche il lungomare ed in particolare il caratteristico quartiere di "Sa Rughe".

Olbia sigla provincia OT, regione Sardegna.




Partecipa anche tu alla guida: SCRIVI UNA RECENSIONE sulla località
Invia le tue foto