Visitare San Martino al Cimino

San Martino al Cimino si trova sul versante meridonale dei monti Cimini nella riserva naturale del lago di Vico. Il pregio si questo borgo, nato nel medioevo, è di aver conservato la sua struttura senza sostanziali modifiche. Esso si estende lungo il declivio montano fra due centri di potere: quello sacro rappresenatto dall'abbazia e quello laico rappresentato da palazzo Pamphili. San Martino al Cimino fu in un primo tempo possesso dell'abbazia di Farfa , poi dei Cistercensi , ed infine, nel 1644, divenne feudo della famiglia Pamphili i quali commissionarono a Marcantonio de Rossi il riassetto dell'intero centro abitato all'interno delle mura medievali tutt'ora esistenti.
Il centro urbano più antico si sviluppa intorno al nucleo rappresentato dall'Abbazia Cistercense che risale al secolo XIII.
La facciata dell'abbazia, inquadarata da due campanili laterali a cuspide piamidale seicenteschi, è caratterizzata dalla grandissima polifora centrale del XV secolo.
L' ampio e solenne interno, a tre navate, è scandito da archi ad ogiva posti su pilastri cruciformi e cilindrici che sorreggono volte a crociera costolonata. Vi si trovano un affresco del trecento che rappresenta la Madonna con il Bambino, e una tela di Mattia Preti rappresentante la Carità di San Martino.
Palazzo Pamphili ha una struttura esterna piuttosto severa, addolcita da finestre; l'interno presenta sul piano nobile saloni affrescati e soffitti in legno lavorati in maniera molto elegante.

San Martino al Cimino sigla provincia VT, regione Lazio.

La localitÓ fa parte dell'itinerario --> Il Lago di Vico



Partecipa anche tu alla guida: SCRIVI UNA RECENSIONE sulla localitÓ
Invia le tue foto