Visitare Patti

Patti è un paese di tradizioni agricole della provincia di Messina, la nascita e lo sviluppo di Patti risale all’epoca ellenistica della civiltà greca ed in particolare, in seguito alla devastazione della vicina Tindari, molti profughi si trasferirono a Patti, contribuendo al suo accrescimento.
Tra le varie vicende politiche verificatisi nei secoli successivi, molto famoso è l’episodio relativo alla distruzione della cittadina subita ad opera del pirata Barbarossa, in seguito alla quale Patti rimase per molto tempo deserta.
Il cuore storico di Patti presenta ancora oggi un’architettura medievale. La Cattedrale, ad esempio, anche se risale al diciottesimo secolo, poggia le sue fondamenta su di un edificio preesistente: una chiesa normanna che Ruggero II fece innalzare per deporvi il corpo della madre. All’interno della cattedrale di Patti vi sono anche numerose opere d’arte come la tela del sedicesimo secolo raffigurante una Madonna.
Anche Porta San Michele risale al periodo medioevale e faceva parte di una vasta opera di fortificazione muraria. Proprio nei pressi di Porta San Michele si trova un’interessante chiesa, dedicata proprio a San Michele e realizzata nella prima metà del sedicesimo secolo.
Poco distante da Patti è possibile visitare due importanti zone archeologiche quali i resti della famosa Tindari, con le abitazioni dell’epoca ed una Villa romana, ricca di decorazioni lussuose e dotata persino di terme.
A Tindari, sempre nelle vicinanze di Patti, vi è il Santuario della Madonna Nera, molto recente come costruzione perché risalente alla fine del ventesimo secolo, ma ugualmente preziosa e suggestiva, in quanto il Santuario si trova su di un promontorio che scende a picco sul mare.

Patti sigla provincia ME, regione Sicilia.




Partecipa anche tu alla guida: SCRIVI UNA RECENSIONE sulla località
Invia le tue foto